Dentisti a Udine - Friuli Venezia Giulia

News

La sigillatura dentale in età pediatrica per prevenire la carie è utile?

sigillatura dentale

Una prassi in uso da tempo per prevenire le carie è la sigillatura preventiva, in età pediatrica, dei molari permanenti.

Perché si fa? Serve davvero?

La carie è una delle patologie infettive più diffuse nei bambini. Negli ultimi decenni nei paesi industrializzati la presenza di lesioni cariose nella popolazione in età pediatrica è drasticamente calata. Tuttavia il problema è ancora molto pressante nei bambini italiani, per non parlare delle carie da biberon che, in controtendenza con quanto detto sopra, sono in forte aumento.

Lesioni cariose dei molari permanenti

I molari permanenti spuntano verso i 6-7 anni e per i primi due anni non sono ancora ben mineralizzati ed è più facile che si possano cariare.

I solchi e le fessure dei molari permanenti, a causa della loro conformazione, rappresentano un luogo ideale per l’annidamento e la proliferazione dei batteri.

Inoltre in queste zone l’instaurarsi e l’evoluzione della carie è particolarmente rapida: sia perché c’è poca autodetersione da parte della saliva e della lingua, sia perché è più difficile per lo spazzolino raggiungere i molari.

Una prassi preventiva in uso da tempo è la sigillatura dei molari appena erompono, cioè attorno ai 5-7 anni del bambino.

Cos’è la sigillatura dentale?

Da tempo si sa che una metodologia preventiva per la riduzione dell’incidenza delle lesioni cariose a carico dei denti permanenti è rappresentata dall’uso dei sigillanti, composti o da materiale resinoso o da cementi vetroionomerici, rinforzati o meno con resine.

Le carie nei molari si possono prevenire sigillandoli appena erompono, cioè verso i 5-7 anni del bambino.

La sigillatura consiste nella chiusura meccanica di quelle irregolarità dello smalto presenti principalmente sull’area masticatoria dei molari, ma a volte anche dei premolari ed in alcuni casi sulla superficie interna dei denti anteriori.

Non è una procedura invasiva e non è dolorosa, infatti non serve anestesia.

La sigillatura è una procedura molto semplice da realizzare: la superficie del dente viene pulita con un apposito spazzolino e mordenzata per 20 secondi. Una volta isolato il dente dalla saliva con una diga di gomma, si applica il sigillante che viene poi fotopolimerizzato.

La sigillatura è efficace?

L’impiego di sigillanti sui denti dei bambini rappresenta una misura preventiva molto efficace per la prevenzione delle carie sui denti. L’incidenza di carie nei pazienti che hanno avuto trattamenti con sigillanti infatti risulta pari al 29% mentre nei pazienti non trattati essa supera il 70%.

È stato infatti dimostrato che questa procedura permette una riduzione del 76% del rischio di carie.

Anche l’American Association of Pediatric Dentistry ha pubblicato un report che analizza i potenziali benefici dei sigillanti nella popolazione infantile.

Le conclusioni a cui si è giunti in base agli studi scientifici ci indicano che i sigillanti sono efficaci nella prevenzione e nell’arresto lesioni cariose dei molari primari e permanenti nei bambini e negli adolescenti rispetto al non uso di sigillanti o all’uso di vernici al fluoro. Hanno anche concluso che i sigillanti riducono al minimo la progressione della carie occlusale non cavitata (lesioni iniziali).

L’efficacia è subordinata alla perfetta adesione del sigillante alla superficie masticatoria del dente. Una sigillatura ben eseguita può considerarsi definitiva anche se la sua efficacia diminuisce nel tempo: da una protezione dell’87% si arriva al 65% dopo 9 anni dall’applicazione. A quel punto è comunque possibile effettuare una seconda applicazione

Did you like this? Share it!

0 comments on “La sigillatura dentale in età pediatrica per prevenire la carie è utile?

Comments are closed.

Top
× Contattaci