Cosa curiamo

Traumi dentali

Il trauma dentale può provocare la frattura di una parte della corona del dente, cioè la parte visibile, o della radice del dente, cioè la parte inserita nell’osso.

Se hai subito un trauma a uno o più denti, è molto importante un controllo da parte del dentista quanto prima; in caso di espulsione del dente, diventa fondamentale un intervento d’urgenza, possibilmente entro 1 ora dall’evento, al fine di poter reinserire il dente nel suo alloggiamento naturale con una ridotta probabilità di complicanze successive.

Chi cura i traumi dentali nel nostro studio?

Come trattiamo i traumi dentali?

In assenza di danni evidenti, è necessario escludere con un esame clinico e una radiografia qualsiasi possibile danno nascosto, come una frattura dell’osso di sostegno (alveolo) o della radice del dente seguiti da controlli regolari nei mesi successivi per escludere alcune complicanze tardive, come la morte del nervo o la comparsa di riassorbimenti sulla radice del dente.

Una parte del dente si è rotta: in questo caso è importante portare il frammento di dente rotto perché può essere incollato. Se la frattura è più estesa o non si ha a disposizione il frammento, il dente può essere riparato con una otturazione o con una corona.

L’osso della mascella o mandibola si è fratturato: in questo caso è indispensabile una visita con un chirurgo maxillo-facciale.

Il dente ha cambiato colore: il trauma ha provocato un’emorragia all’interno della polpa dentale (colore rosa) oppure ha provocato la morte del nervo (colore grigio). In questi casi è probabile che diventi necessaria l’asportazione del nervo danneggiato (cura canalare).

Il dente si è spostato rispetto alla sua posizione naturale: un intervento di riposizionamento del dente nel suo alloggiamento può essere fatto manualmente nelle prime ore dopo il trauma, se il tempo passa si rende necessario un riposizionamento mediante un apparecchio ortodontico. Non è infrequente che il nervo del dente subisca un danno irreversibile con conseguente necessità di cura canalare.

Il dente è stato espulso: il reinserimento del dente è possibile se il dente viene mantenuto in condizioni ottimali: esso deve essere conservato nella saliva (in bocca) del soggetto traumatizzato, nel latte o in soluzione fisiologica e va consegnato al dentista entro 1 ora, per essere immediatamente reinserito con accettabili probabilità di durata nel tempo. L’applicazione di un paradenti su misura durante l’attività sportiva può prevenire le conseguenze del trauma dentale.

Contattaci senza impegno per avere maggiori informazioni o per prenotare una visita.

Per saperne di più

Che cos’è la traumatologia dentale?

La traumatologia dentale è la disciplina che tratta sia la cura degli effetti immediati del trauma sui denti, sul loro apparato di sostegno e sulle ossa mascellari, sia la cura delle successive conseguenze del trauma, come la morte del nervo e il riassorbimento della radice del dente.

Approfondimenti

Puoi chiamarci al +39 043269500, inviarci un fax al +39 0432699441 oppure scriverci all’indirizzo studiofonzar@studiofonzar.it

Contattaci
Top